mercoledì 8 giugno 2016

Coro classi quinte di Piazza Winckelmann



Progetto coro della scuola primaria Piazza Winckelmann

manifestazione “giovani musici-Lazio”

Di Davide Pazzanese VA

Roma,24/05/2016

Aula magna Università La Sapienza. In centoventicinque sono saliti sul palco; portando gli spettatori a chiedersi “riusciranno a cantare in così tanti? ma si sono ricreduti.


Gli studenti della primaria Winckelmann con le quattro canzoni “voi son ton chemin, la vita è bella, voglio vivere così, nella fantasia” e un midley Disney (marcia di topolino, supercallifragilistichespiralidoso, bibbidi bobbidi bu, scale e arpeggi, con un poco di zucchero) hanno sorpreso il pubblico coinvolgendolo nelle melodie.


Nonostante l’emozione e la paura di sbagliare il coro di studenti si è fatto avanti, ha vinto la paura e ha cominciato a cantare dolcemente creando un’unica armonia, cantando con sempre più entusiasmo fino a scatenarsi insieme al pubblico sulle note delle canzoni Disney.


Anche un piccolo infortunio per una cantante (Gloria) che ha avuto un calo di zuccheri, la domanda: l’emozione o il caldo???


Ma non sono stati gli unici, anche se i più vivaci, ad avere avuto successo: infatti hanno partecipato alla manifestazione anche altre scuole tra cui da ricordare un coro di Subiaco che ha portato canzoni sacre e un’orchestra molto numerosa con violini, clarinetti, percussioni, pianoforte, tastiere e triangolo, nonché il coro della nostra scuola media.


La partecipazione alla manifestazione è stata la bella conclusione di un lungo anno di prove e anche i cantanti più timidi hanno partecipato con entusiasmo all’esibizione.

Fine

venerdì 27 maggio 2016

Il disco di Newton - classe VA

Il disco di Newton - classe VA

Il disco di Newton è un disco composto da sette settori colorati secondo i colori dell'arcobaleno e prende il nome dal suo inventore: Isaac Newton.
Facendolo ruotare, il disco mescola la luce riflessa dai colori diversi, riflettendo una luce biancastra. Si ottiene dunque l'illusione che i colori tendano ad uniformarsi e a diventare bianchi.

Questo è uno degli esperimenti tramite i quali Newton riuscì a spiegare come la luce sia bianca in quanto combinazione dei sette colori dell'arcobaleno.

Noi lo abbiamo realizzato così:

Strumenti


1) 2 cartoncini bianchi

2) 7 matite colorate dei colori del' arcobaleno

3) compasso

4) 2 piccoli tappi di sughero

5) 2 salva buchi bianchi

6) 1 spiedo

7) righello

Realizzazione

  1. disegnare con il compasso un cerchio a cartoncino
  2. ritagliarli e sovrapporli
  3. disegnare gli spicchi e colorarli
Qui puoi vederci mentre ci divertiamo a provarlo

video
video


domenica 1 maggio 2016


La gita delle 3 S

Testo collettivo della classe 5E


Ieri ,28/4/2016, con il pullman siamo andati verso ponte Marconi; abbiamo attraversato il centro della città e abbiamo visto: la basilica di S. Maria Maggiore, quella di San Giovanni e l’obelisco, le terme di Caracalla e il quartiere Eur.

Prima di arrivare abbiamo  visto anche la basilica di San Paolo fuori le mura e a ponte Marconi  per raggiungere il battello abbiamo percorso un sentiero circondato da canne: tipico vegetale dell’ambiente fluviale. Una volta a bordo, la guida di Legambiente ci ha informato sulle specie di animali che avremmo potuto osservare durante la navigazione: la gallinella d’acqua, il germano reale, il martin pescatore, il cormorano, la folaga, la garzetta, l’airone cinerino, la nitticora, la tartaruga, i pesci e anche quelli volanti. In cielo ci accompagnavano gabbiani, rondini e balestrucci.

Arrivati al porticciolo di Ostia antica,  dopo aver visto anche un cigno bianco, siamo saliti su un autobus e come nei film di Indiana Jones abbiamo raggiunto il sito archeologico. Abbiamo percorso il Decumano massimo passando sotto i resti della porta Romana e circondati dalla necropoli. Dopo siamo entrati nel teatro attraverso l’ingresso per i ricchi con i gradini in marmo;  le tre prime gradinate erano riservate ai personaggi importanti e le restanti più in alto alla gente comune(piccionaia). Nella via dei Molini abbiamo osservato le grandi macine in pietra e i forni per il pane.

Intorno c’erano le insulae, le abitazioni con al piano terra le tabernae; successivamente siamo entrati nel thermopolium :il bar tavola calda dell’epoca con un bancone con sopra un mortaio e lungo la parete un espositore per il cibo come un moderno buffet e un affresco con dipinto il cibo, le bevande e uno strumento per fare musica. C’era anche il bagno con un enorme buco nel pavimento. Dopo essere passati per il Foro siamo andati alle Terme e da lì al tempio di Giove, Giunone e Minerva.

Infine dopo uno sguardo dall’alto ai  bagni pubblici e collettivi(foriche), abbiamo raggiunto l’uscita e con il pullman siamo tornati a scuola, in ritardo, ma sani, salvi e soddisfatti!





sabato 16 aprile 2016


Poesia

C’è una scuola piccola…

di Gaia Martinez Valorta e Giacomo Viola classe 5E

C’è una scuola piccola piena di ricordi,

ricordi vicini, lontani e felici.

Ci sono maestre e maestri che ogni giorno

insegnano cose nuove…

Questa scuola non la voglio abbandonare

neanche per andare alla succursale.

Qui ci sono cresciuto e rimarrà sempre nei miei ricordi e nel mio cuore.

giovedì 7 aprile 2016

I significati dei nomi dei ragazzi della VA- a cura di Sara

I significati dei nomi della 5°A


1)     Greta= perla
2)    Alessio = protettore colui che difende
3)    Giulia = sacro di Giove
4)    Cecilia = cieca
5)    Daniel = Dio ha giudicato in tal modo
6)    Sofia.D = sapienza
7)    Paola = non grande e non piccolo
8)    Ludovica.M = combattente ,valoroso
9)    Pietro = roccia
10)   Ludovica. N  = combattente valoroso
11)     Daniele = Dio mio giudice
12)   Alice = di nobile aspetto, creatura del mare
13)   Sofia.P = sapienza
14)   Davide = amato
15)   Paolo = non grande e non piccolo
16)   Matteo = dono di Dio
17)   Sara = principessa
18)   Elena = splendore del cielo
19)   Gloria = gloria, che abbia fama e onore
20)  Victor = vittorioso
21)   Francesco.Si = appartenente ai Franchi, francese
22)  Francesco.Sp = appartenente ai Franchi, francese
23)  Gaia =allegra, vivace
24)  Alessia = protettrice, colei che protegge

A cura di Sara Rinaldi VA



martedì 5 aprile 2016

Quest'anno l'otto dicembre di Ludovica della classe VD



Quest’anno l’8 dicembre: una festa tutta particolare

L’8 Dicembre si inaugura il Giubileo straordinario di Papa Francesco tra gioia e paura.

(Festa, la gioia dei preparativi e il timore degli avvenimenti accaduti a Parigi)

Tutte le famiglie attendono con ansia e gioia la festa della Madonna dell’8 dicembre per preparare tutti insieme le case con luci alberi e presepi.

Bambini e adulti si trovano tutti insieme ad adornare gli alberi con palline e festoni.

Quest’anno l’ 8 dicembre sarà ancor più emozionante, inizia il Giubileo straordinario di Papa Francesco, i pellegrini si sono mossi a piedi dalle loro città per raggiungere Roma e San Pietro in occasione dell’apertura della Porta Santa. Una gioia che però è accompagnata da paura dopo i fatti terroristici avvenuti a Parigi.




Un fatto di cronaca - Nicolò classe VD




Un fatto di cronaca



 Vorrei parlare di un fatto di cronaca che è accaduto poco tempo fa a Parigi.
C’è stato un attentato terroristico da parte dell’ ISIS, che ha causato la morte di molte persone, seminando orrore  in tutto il mondo!
I terroristi credono che tutto ciò sia giusto, ma in realtà sono persone molto cattive e potenti che cercano ad ogni modo d raggiungere i loro scopi.
Essi perdono la loro stessa vita per compiere delle stragi in quanto sono convinti che in questo modo  potranno raggiungere il paradiso.
Io credo che l’odio porta solo altro odio e che così i problemi non si risolveranno mai!
Sono anche molto spaventato perché queste stragi potrebbero avvenire in qualsiasi posto.


Illusioni ottiche di Eleonora classe VD


ILLUSIONI   OTTICHE

Oggi è venuto il padre di Luca della classe VC, che fa di professione l’oculista, ci ha mostrato delle slide spiegandoci molti fatti interessanti e curiosi sull’apparato visivo. Sono rimasta molto colpita  e ho imparato molte cose.


Le illusioni ottiche ingannano l’apparato visivo umano, sono in grado di far percepire in maniera diversa ciò che è presente nella realtà o qualcosa che in verità non è presente nell’ambiente circostante.

La moglie o la suocera    
La linea orizzontale gialla superiore sembra più lunga a causa della prospettiva, ma in realtà le due linee gialle hanno uguale lunghezza
Le linee orizzontali e verticali che delimitano i quadrati di questa scacchiera appaiono non parallele



La moglie o suocera                                                                       L'anatra o il coniglio




Fissa l'immagine per un po' e poi prova a contare i puntini neri

Quante gambe ha questo elefante?

Trovo che sia stata un’esperienza molto interessante ed istruttiva.